Crea sito

E pur si gioca

By  | Maggio 7, 2020 | Filed under: Notiziario
9 MAGGIO. LA FEBBRE DEGLI SCACCHI LAMPO SULLA PIATTAFORMA ONLINE DI LICHESS

COLLEGATI! INIZIO ORE  21

Click qui per registrarti gratuitamente

password per unirsi: wgliscacchi  

(ricorda che deve essere comunicato a info@centurini.it il nome del giocatore corrispondente al nick)

E pur si gioca!

Il Circolo si sta attrezzando perché alla riapertura siano garantite le migliori  condizioni di sicurezza per tutti i frequentatori. Quindi si giocherà in ambiente sanificato e nel rispetto delle distanze fra le scacchiere, con mascherine, guanti e possibile utilizzo di termoscanner. In questi  mesi, come sapete, abbiamo dovuto annullare alcune  importanti manifestazioni esterne, a cominciare  dal torneo Primavera al Novotel,  già fissato per i primi di aprile e per il  quale avevamo già ricevuto un considerevole  numero di prenotazioni, il torneo all’Istituto Internazionale di Tecnologia (ma qui stiamo studiando il modo per dare continuità all’iniziativa e anzi allargarla)  e la partecipazione – che era in programma a giugno – alla nuova edizione del Music  for Peace a San Benigno.
Gli scacchi sono in quarantena sì, ma non è facile bloccarli. Certo,  tutto questo tempo passato nelle nostre case potrebbe essere utile per affinare la preparazione tecnica, per  lo studio dei finali e delle aperture, ma comprensibilmente  sembrano invece le sfide online a farla da padrone. Nelle ultime settimane sono fioriti parecchi  tornei sulle piattaforme internet, anzi
sul web gli scacchi in questa fase vivono  un momento di considerevole diffusione, con quotidiani tornei individuali e a squadre. Fra i primi ricordiamo il Grand Prix lampo che abbiamo organizzato per la festa della Liberazione  il 25 aprile, con la partecipazione di 55 giocatori;  il torneo del Primo maggio (cadenza  5+3) organizzato dai circoli liguri, con 69 scacchisti collegati on line. Ci sono anche i tornei a squadre e fra questi quello a cui partecipa anche la squadra del nostro circolo, impegnando, e divertendo, una ventina di giocatori.
Gli scacchisti a casa  giocano perlopiù a cadenza veloce, in una modalità  sicuramente  meno impegnativa,  posto che  il gioco a tavolino è obiettivamente un’altra cosa, per non parlare del  sempre in agguato  rischio di cheating, difficilmente contrastabile on line, nonostante  i filtri messi in atto dalle piattaforme, e  regolarmente praticato  da qualche leone della tastiera.
Quanto  torneranno i tornei tradizionali, pur con tutte le precauzioni imposte dalla situazione? Speriamo presto, ma non possiamo sapere quando. Alcuni tornei importanti sono stati spostati a settembre, ma è probabile la loro cancellazione.
Sono mesi difficili anche dal punto di vista economico per i circoli e per la federazione che dovrà affrontare problemi di bilancio per le mancate entrate (omologazione tornei e quote tesseramento).
Tempi duri anche per chi vive di scacchi (pochi in Italia),  giocatori professionisti ma anche istruttori e trainer, solo parzialmente compensati dalle lezioni on line.
Naturalmente  la nostra disciplina, essendo nel  Coni, dovrà tenere conto delle normative  che verranno adottate   per tutte le manifestazioni sportive. Difficoltà le avremo  sicuramente nelle scuole, che in questo momento e nell’immediato futuro avranno sicuramente di fronte altre priorità.  Ci sono   sport che hanno  una  valenza economica e un peso politico molto più elevato degli scacchi e anche  questo farà la differenza. Un’indagine del Politecnico di Torino consegnata al ministro dello sport evidenzia, dopo avere monitorato le 387 discipline che fanno capo al Coni e al Comitato Paralimpico, che il calcio sia uno sport più sicuro di discipline come scacchi, curling o scherma. Così riporta la stampa.  Ma ci sarebbe molto da discutere sui risultati di queste indagini, basti pensare al fatto che la valutazione del rischio in realtà non viene  eseguita  da un soggetto unico, cioè in questo caso  il Politecnico, ma sulla base di documenti compilati da singole federazioni o meglio da  singoli funzionari. Quindi valutazioni non univoche, dettate da logiche e  sensibilità probabilmente diverse. Così il lettore legge certi titoli sui giornali solo perché  il  giornalismo italiano solitamente è poco attento all’analisi critica  e preferisce  i titoli a sensazione (discorso valido non solo per gli scacchi ovviamente).
GRAND PRIX DELLA LIBERAZIONE
Sabato 25 aprile il Grand Prix del Centurini, in formato on line 5’+3″ ha visto la partecipazione di 55 giocatori, al termine delle partite disputate dalle 21 alle 22,30 successo del maestro fide Omar Stoppa, che ha preceduto Alessandro Mandolini e MF Fabrizio Molina
1° Omar Stoppa p. 31
2° Alessandro Mandolini p. 28
3° Fabrizio Molina p. 16
4° Cesare 1961 p. 16
5° Lucacic p. 15
6° Sergejs Gromovs p. 14
7° Daniele Cantoro p. 14
8° Tizgran p. 14
9° Nicolò Tripi p. 14
10 “Falcoaaa” p. 13
11″G-Gscacchi69″ p. 13
12 “Vladyspel” p. 13
13 Del Nevo p. 13
14 Paolo Tedeschi p. 12
15. Davide Cusato p. 12
seguono altri 40 giocatori
Il torneo del primo maggio  organizzato dai circoli liguri:
LA VITTORIA DI ALGERI
Hanno partecipato on line 69 giocatori al torneo 5′ + 3″ del Primo Maggio, con start alle ore 17 e conclusione alle 19. Risultato brillante per Lorenzo Algeri che ha vinto con 28 punti, superando allo spareggio tecnico Llupa Oltjon, terzo Alan Rodríguez con 27.
Classifica
1. Lorenzo Algeri p. 28
2. Oltjon Llupa p. 28
3. Alan Rodriguez p. 27
4. Paolo Tocco p. 26
5. Vincenzo Manfredi p. 25
6. Giuseppe Silvestri p. 22
7. Omar Stoppa p. 22
8. Agostino Petrillo p. 22
9. Saverio Tammarazio p. 22
10Danilo Altieri p. 21
11. Dario Brun p. 20
12 Sergejs Gromovs p.20
13 Federico Massazza p. 19
14 Lorenzo Satta p. 17
15 Giovanni Collareta
16. Giovanni Maria Tiby p. 17
17. Tommaso Bricola p. 16
18. Franco Saiano p. 16
19. Alberto Baldi p. 16
20. Fabrizio Ivaldo p. 16
21, Massimo Rivara p. 16
Seguono altri 48 giocatori
UNDER 18: BRICOLA SUGLI SCUDI
Domenica 3 maggio terzo torneo ligure giovanile under 18 on line, organizzato da Santa Sabina, cui hanno partecipato 22 giocatori. Questa volta è il nostro Tommaso Bricola a spuntarla, precedendo sul podio Federico Massazza e Piero Caputo.
Classifica
1° Bricola Tommaso
2° Massazza Federico
3° Caputo Piero
4° Calia Tommaso
5° Caldera Lorenzo
6°Muscarella Christian
7°Tiby Giovanni Maria
8° Bricola Giovanni
9° Danesi Lorenzo
10°Mastrolonardo Andrea
Seguono altri 12 giocatori

Campionato Online a squadre per circoli: Centurini sempre in A.

Si consolida e si sviluppa l’affiatato gruppo di soci del Circolo che partecipa al campionato on line a squadre per circoli. Si gioca normalmente ogni giovedi alle ore 21.00. Nell’ultimo campionato  (due giornate di gioco, 23 e 30 aprile) la nostra squadra, pur rimaneggiata, ce l’ha fatta a centrare l’obiettivo della permanenza in serie A.  Nell’ultimo turno   giocavamo con Lanzavecchia, Sabba, Bricola, Silvestri, Benedetti, Cusato, Rodríguez, Nanni, Pesce, Calà, Marchesi, Grasso e Faggiani. Ha vinto la formazione di Ostia Scacchi.

I BIG DELLA SCACCHIERA GIOCANO SUL WEB

GM  Magnus Carlsen  ha vinto domenica 3 maggio  il “Magnus Carlsen Invitational”. Il grande maestro e campione del mondo norvegese si è assicurato i 70,000  dollari del primo premio dopo avere battuto  il GM statunitense  Hikaru Nakamura nella finale di questo fortissimo torneo on line iniziatro il 18 aprile.

L’evento è stato promosso dallo stesso campione del mondo, che ha invitato a partecipare otto dei più forti grandi maestri esistenti

Semifinali

1 Maggio Prima Semifinale
Nakamura-Caruana 4-2 (spareggi blitz)

2 Maggio Seconda Semifinale
Ding Liren-Carlsen 1,5-2,5

Finale

3 Maggio

Nakamura-Carlsen 1,5-2,5

Dopo il “Magnus Carlsen Invitational”, i top player tornano in campo nella  coppa delle nazioni  on line, ospitata sulla piattaforma Chess.com.  Si gioca dal 5 al 10 maggio, con un montepremi  180 mila dollari. Sei le squadre partecipanti. Favorita la Cina, dove è sicura la presenza di Ding Liren e lo schieramento anche di  Hou Yfan, che negli ultimi anni ha giocato poco dedicandosi allo studio, ma è sempre la n. 1 femminile a livello mondiale. Un’altra squadra sarà composta da Maxime Vachier Lagrave, Levon Aronian (al primo impegno agonistico dopo la perdita della moglie Arianne Caoilli) Anish Giri, con Kasparov come capitano. Poi una formazione tutta  russa, dove non mancheranno Nepomniackhi e Karjakin. Gli Stati Uniti saranno presenti, fra gli altri,  con Nakamura, Caruana, Wesley So. Interessante anche l’India guidata da Anand. Come pure la squadra del  “resto del mondo” con Teimour Radjabov, affiancato dall’astro nascente iraniano Alireza Firouzja.

Insomma tanti, tanti big. La cadenza sarà rapid  (25’+10″, doppio girone all’italiana). Trasmissione in diretta con commenti su

https://www.chess.com/

CHI SONO I MIGLIORI GIOCATORI ITALIANI

Fino a qualche anno fa si parlava solo di Caruana, che era ancora sotto la bandiera italiana quando vinse la Sinquefield Cup nel 2014. Si pensava che con lui ci potesse essere un effetto di trascinamento per tutto lo scacchismo italiano. Proprio così non è stato. Corteggiato dagli USA, e in particolare dal magnate Rex Sinquefield, avendo il doppio passaporto, Caruana è passato sotto la bandiera americana nel  2015. Questo negli scacchi è fatto abbastanza comune, anche se per diversi motivi: ultimamente Alireza Firouzja non gioca più per l’Iran ma probabilmente diventerà francese  dopo che il suo  governo gli ha impedito di andare a giocare ai mondiali rapid del 2019, dove gareggiavano atleti israeliani.

Oggi il giocatore più forte in Italia è collocato   nei primi duecento al mondo:  Daniele Vocaturo,    romano, classe 1989 con un rating di 2617. In realtà sono  pochi i giocatori azzurri a superare  quota 2600, uno di questi è Pierluigi Basso (classe 97) che, superato un momento personale difficile, sembra avere ripreso quota. Il numero 3   è Francesco Rambaldi, classe 99, è a 2569, di cui sappiamo che  praticamente vive di studio negli USA e non si conoscono i suoi obiettivi . Un altro che ha abbandonato gli scacchi attivi per altri progetti è Axel Rombaldoni (1992), fermo da 4 anni a 2551. Invece Sabino Brunello  va molto bene nel gioco rapid.

Interessanti e da seguire  sono gli emergenti  Luca Moroni, Francesco Sonis, Lorenzo Lodici e anche l ‘ultimo  campione d’italia under 20 Gabriele Lumachi .

In campo femminile testa a testa al vertice fra Marina Brunello e Olga Zimina, non molto distanziate Elena Sedina e Daniela Movileanu.

Fra le nuove leve femminili si segnalano Tea Gueci, Desiree Di Benedetto,  Alessia Santeramo.

Genova, Campionato Provinciale 2018