Scacchi OK alla Festa dello Sport in Porto Antico

By  | Maggio 24, 2022 | Filed under: Notiziario, Senza categoria

Oltre 90 discipline, 3 palchi e il grande successo dei giochi della mente

Da venerdì 20 a domenica 22 maggio, il Porto Antico di Genova si è trasformato nel più grande villaggio sportivo della Città. Oltre 90 discipline e attività  sportive presenti in tutta l’area per un pubblico sempre più ampio per età e abilità, accomunato dalla passione per lo sport e i suoi valori fondamentali: dialogo, divertimento, aggregazione, integrazione, educazione, confronto.

È stata una folla da record  quella che ha partecipato alla 18^ edizione della Festa dello Sport, con numeri in crescendo nelle tre giornate di apertura della manifestazione. Il successo più ampio si è registrato nelle aree polisportive dove si alternavano le discipline più diverse.

Novità assoluta di quest’anno il boom dei giochi per la mente, con gli scacchi con oltre 1000 partecipanti attivi!  L’area riservata agli scacchi, coordinata dal delegato regionale Di Paolo, constava di sette postazioni per il gioco libero e una scacchiera gigante di grande impatto visivo.

Partecipazione attiva die nostri soci, fra gli altri abbiamo visto Vairo,  Aiello, Dicu, Montagnani, La Licata, Nicolis, Lanzavecchia, Nanni. Marceca e naturalmente il presidente Faggiani.

 

SESTRI PONENTE: STOPPA VINCE IL RAPID

Torneo di scacchi, salgono le quotazioni di Omar Stoppa - La Stampa

Sabato 20 maggio torneo rapid 12’+3″ al Palamerlino a Sestri Ponente in via Galliano, sette turni di gioco.   En plein del FM Omar Stoppa, che ha distanziato di un punto Giancarlo Badano (6 punti). Seguono a 5 punti Giuseppe Silvestri, Alessandro Mandolini, Nicolo’ Venerandi e Andrii Korzun. A 4,5 Lorenzo Satta e Paolo Cardona.

Oltre a Silvestri,  hanno giocato con buon risultato  per il Centurini Denise Dicu , Eleonora Montagnani, Leonardo Cimino, tutti e tre a 3,5

 

12-19 GIUGNO: ACQUI TERME,  SCACCHI E TURISMO

Gli scacchisti lo sanno, un torneo non è soltanto un’occasione per giocare, ma anche per fare turismo, per scoprire zone della nostra penisola magari relativamente poco conosciute, o anche poco esplorate dal turismo di massa.
Vacanze relax e benessere ad Acqui Terme: cosa vedere e cosa fare
Acqui Terme, dove dal 12 al 19 giugno si terranno i Campionati d’Italia, con la semifinale del Campionato italiano, non fa eccezione. Situata nel cuore del Monferrato, zona nota per la buona tavola e i buoni vini, è una località termale rinomata dai tempi degli antichi romani, che infatti hanno lasciato diversi resti archeologici in zona, tra cui un acquedotto, il meglio conservato del Nord Italia.
Ma anche il circondario è molto interessante: a distanza di breve gita c’è una lunga serie di paeselli e di piccole fortezze, che meritano sicuramente un’occhiata. Tra questi Prasco, Alice Bel Colle, Ricandone (paese natale di Luigi Tenco), Malvicino, Spigno Monferrato e Cassine. Per chi volesse dedicare tutta la mattinata al turismo, in attesa del turno pomeridiano, e fare qualche chilometro in più, sono a portata di mano sia Asti che Alba.
Ma veniamo agli scacchi: i Campionati d’Italia sono l’evento agonistico più importante dopo i Campionati italiani, di cui peraltro sono un’anticipazione. Infatti nell’ambito di questa manifestazione si gioca anche la Semifinale del Campionato italiano assoluto, che mette in lizza tre posti per la finale, che quest’anno si giocherà a Cagliari tra novembre e dicembre. Inoltre, come è noto, negli altri tornei verranno designati i Campioni d’Italia per le singole categorie: Candidati maestri, Prime nazionali, Secondi nazionali, Terze nazionali e Non classificati.
Ricordiamo che le iscrizioni sono aperte fino al 31 maggio, e che dopo questa data per partecipare si dovrà pagare una quota maggiore.
Alla Semifinale, come dal bando consultabile qui http://www.federscacchi.com/…/bando-semifinale-e…, possono partecipare, oltre a tutti i giocatori con elo superiore a 2.100, anche i giocatori, con elo inferiore, che si siano qualificati dall’anno precedente, i Maestri FSI o FIDE (e a maggior ragione chi ha un titolo superiore) e i Campioni regionali, che stanno emergendo dalle qualificazioni che si stanno svolgendo in tutta Italia.
Ricordiamo altresì che subito dopo i Campionati d’Italia, Acqui Terme sarà sede di un altro grande evento, il Mondiale a squadre Fide Seniores, in cui l’Italia sarà grande protagonista.
ORA E’ UFFICIALE: SARA’ DING LIREN L’OTTAVO “CANDIDATO” ALLA SFIDA MONDIALE
Segnatelo sui calendari! Manca un mese esatto all’inizio dei Candidati FIDE a Madrid, Spagna. Il torneo all’Italiana andata e ritorno si svolgerà nel Palazzo di Santoña dal 16 giugno al 5 luglio
Chessparty 2020
Non c’è stato comunicato ufficiale della FIDE, ma ormai è sicuro: sarà Ding Liren, il campione cinese, l’ottavo partecipante al Torneo dei Candidati, che inizia tra un mese esatto a Madrid. La Federazione internazionale lo ha di fatto ufficializzato con un post su Facebook, quando ha mostrato le foto degli otto partecipanti al torneo. E al posto di Karjakin, compariva appunto il volto di Ding Liren. Gli altri, come noto, sono Nepomniachtchi (runner up del precedente Mondiale), Radjabov (wild card Fide), Duda (vincitore della Coppa del Mondo), Firouzja e Caruana (primo e secondo del Grand Swiss di Riga), Nakamura e Rapport (qualificati dai tornei del Grand Prix)
La scelta era scontata, perché il regolamento imponeva di invitare il giocatore non qualificato con più alto Elo, purché avesse giocato un numero adeguato di partite. E Ding Liren, negli scorsi mesi, si è esibito in una lunga serie di tornei in patria, che servivano appunto a fargli raggiungere questa soglia. A questo punto, l’ultimo tassello che mancava era la conferma della condanna a sei mesi di squalifica per Karjakin, punito, lo ricordiamo, per le sue dichiarazioni di sostegno all’invasione russa in Ucraina.
Ding Liren era già nell’elenco dei partecipanti ai tornei del Grand Prix, giocati tra gennaio e marzo, ma per misteriosi “problemi di visto” non aveva potuto partecipare né al primo né al secondo. Si spera che ora il visto non costituisca più un ostacolo alla sua presenza a Madrid.
 
IN MEMORIA DI MASSIMO
http://santasabina.altervista.org/
La scomparsa di Massimo Saffioti nel comunicato apparso sul sito del circolo di Santa Sabina
È sempre triste ricordare la scomparsa di un amico, ma lo è ancor di più se al dolore della perdita si accompagna un senso di rabbia, quasi come se fosse stata commessa una profonda ingiustizia. Era troppo giovane Massimo per abbandonarci così.
Da poco aveva provato la gioia della paternità e chiunque  ha vissuto quell’esperienza sa quanto questi momenti siano ricchi ed intensi, fatti di tante felicità quotidiane, di orgoglio nel percepire ogni piccolo progresso del nuovo nato, di progetti per il futuro.
Tutti noi della grande famiglia scacchistica genovese e ligure lo abbiamo incontrato, seduto dall’altra parte del tavolo di gioco, e ne abbiamo apprezzato le capacità, lo spirito agonistico e la lealtà; chi poi  ha avuto la fortuna di approfondirne la conoscenza ha scoperto, dietro quell’apparente timidezza tipica delle persone sensibili, un amico sincero, alla mano e sempre pronto alla battuta anche autoironica.
Era stato colpito il 17 marzo da una grave emorragia cerebrale e per oltre quaranta giorni ha lottato con la stessa  tenacia con cui difendeva sulle 64 caselle posizioni anche disperate, riuscendo spesso a ribaltarle a proprio favore, ma qui ha incontrato un avversario implacabile, che lo ha costretto a fermare l’orologio per l’ultima volta.
Impotenti di fronte a questa tragedia, non ci resta che stringerci alla moglie Valentina, al piccolo Daniele, al fratello Cristian, anch’egli compagno di tante battaglie sulla scacchiera, e a tutti i suoi familiari.
Ciao Max, confidiamo che anche lassù tu possa continuare quel gioco che tanto ti appassionava. Sit terra tibi levis
A Milieni il Sociale del Santa Sabina
Si è concluso il consueto Torneo Sociale di primavera che si è svolto su su sette turni, da martedì 5 aprile a martedì 17 maggio, presso i locali del Circolo.
Fabrizio Milieni è il nuovo campione sociale che, con sei punti e senza subire sconfitte, si è imposto su Giorgio Costi 5.5, Gianfranco Pino e Marco Gerbi a  4,5.  a 4 Buselli, Pugliese e Carozzo. Sedici partecipanti.

2700chess.com per tutti i dettagli e la lista completa