Lorenzo Catani nuovo campione regionale ligure

 

 

GLI SCACCHI TORNANO PROTAGONISTI  AL CENTRO CIVICO BURANELLO

Bel ritorno degli scacchi al Centro Civico Buranello di Sampierdarena, dove domenica 12 maggio si è concluso il campionato regionale Liguria, iniziato venerdi, organizzato dal nostro Circolo in collaborazione con la delegazione regionale, con la partecipazione di 41 giocatori. La gara è stata vinta, sovvertendo il pronostico (era n. 20 del tabellone), dal giovane Lorenzo Catani, del Centurini (“Dubov” per gli amici), che è riuscito a battere col nero il favorito Cristoforo Guccione, candidato maestro di Palermo, nell’ultima decisiva e palpitante partita di domenica pomeriggio. Lorenzo studia a Padova, recentemente è arrivato secondo al campionato provinciale di Venezia e ha vinto lo scorso week end l’open B della” Primavera Scacchistica Veronese” . Insomma è stata una sorpresa fino ad un certo punto, se consideriamo il talento che sta sfoderando in questi mesi.

Secondo al regionale Roberto Modenesi, altro giocatore emergente di Scacchi Ponente. Terzo  il già citato Guccione, mentre al quarto e quinto posto si sono classificati Andrea Carosso e Tommaso Bricola che, in base alle normative regolamentari vigenti,  hanno strappato il biglietto  per l’accesso alla semifinale del campionato italiano assoluto

Altri giocatori premiati sono stati il giovane Jacopo Pernigotti quale migliore under 18, Fabio Baggiani per la categoria over 65, Luca Bongiovanni migliore under 1500, Pietro Tarable per la fascia under 1700 e Filippo Barbero per la categoria, under 1900 .

In apertura della manifestazione, Michele Colnaghi, presidente del Municipio di Genova Ovest, che ha patrocinato il campionato, ha rivolto un saluto a tutti i giocatori e manifestato la disponibilità ad ospitare nuove iniziative scacchistiche in futuro: “Il centro civico Buranello rappresenta l’essenza di quello di ciò di cui abbiamo bisogno: aggregazione, dialogo, incontro, cultura, conoscenza, reciprocità, ascolto e confronto”.

Classifica finale dopo 5 turni di gioco

1 20  2N Catani, Lorenzo 4,5
2 10  1N Modenesi, Francesco 4
3 2  CM Guccione, Cristoforo 4
4 5  CM Bricola, Tommaso 4
5 3 CM Carosso, Andrea 4
6 9  1N Barbero, Filippo 3,5
7 19 2 2N Zambiasi, Federico 3,5
8 6  1N Dormio, Luca 3
9 23  1N Baggiani, Fabio 3
10 22  CN Rivara, Massimo 3
11 8  1N Saiano, Franco 3
12 15 1N Falcone, Giancarlo 3
13 31  2N Tarable, Pietro 3
14 29  2N Corso, Angelo 3
15 28  2N Dapelo, Simone 3
16 26  2N D`Amato, Alessandro 3
17 1  CM Molinari, Mario 2,5
18 30  CN Gandolfi, Gianfranco 2,5
19 27  2N Cristiani, Emanuele 2,5
20 16  1N Montani, Riccardo 2,5
21 33  1N Guido, Pierpaolo 2,5
22 11  1N Guglielmotto, Graziano 2
23 12  1N Valentini, Angelo 2
24 24  2N Secchi, Silvia ITA 2
25 14  1N Pernigotti, Jacopo 2

26 4 CM Ravagnani, Tiziano 2
27 7 1N Cardona, Paolo  2
28 35 2N La Licata, Matteo  2
29 18 1N Nikolajevic, Tihomir  2
30 21  1N Nicolis, Claudio ITA  1,5
31 17  1N Gardini, Enrico ITA  1,5
32 32  2N Nikolovski, Marko 1,5
33 39 Bongiovanni Luca  1,5
34 34  Pelo’ Pierpaolo  1,5
35 37  2N Camera, Giampaolo  1,5
36 25  2N Guidarini, Francesco  1,5
37 38  3N Iosimi, Edoardo ITA 1,5
38 36  2N Molina Massimo  1
39 41 Tartara Gianni Luigi  1
40 13  CN Chiesa, Giuseppe  1
41 40 Astro Giancarlo  0

 

IL CAMPIONATO REGIONALE UNDER 18

Domenica 19 maggio nei locali del Circolo Centurini si è svolto il campionato regionale under 18, che ha visto la vittoria, nel torneo riservato agli under 12 14 16 e 18,  di Gabriele Sgambelluri, che ha terminato a punteggio pieno  dopo cinque turni di gioco. Sul podio Inti Teves e Mattia Zunino, rispettivamente al secondo e terzo posto.

Nell’altro torneo (under 8 e 10) successo di Mario Pizzigoni, davanti a   Mira Cadamuro e Marco Cipriani.

Sono stati cosi assegnati i titoli per le diverse categorie

UNDER 12 14 16 18

1 3  2N Sgambelluri, Gabriele 5
2 1 2N Franco Teves, Inti Mahatma  4
3 2  2N Zunino, Mattia 4
4 4 Longo, Leonardo 3,5
5 9 Addari Arianna ITA 3,5
6 17  Musumarra, Greta 3,5
7 19  Polverini, Flaviano 3,5
8 15  Lorenzin, Leonardo 3
9 8  Griza, Giorgia 2,5
10 11 Branchi Davide 2,5
11 23 Tizzoni Giorgia 2,5
12 7  Pavanello Julian Pietro 2,5
13 5  Saettone, Massimo 2,5
14 20 Settimio, Lavinia 2,5
15 6 Scardamaglio, Davide 2
16 14 Giretto, Clara 2
17 10 Bloise, Edoardo 2
18 18 Olivieri, Alessandro 1,5
19 21 Sisti, Leopoldo 1,5
20 13 Ferrara, Federico 1
21 16  Mortola, Dario 1
22 22  Sisti, Luchino 0
23 12 D’Arena Matteo ITA 1399 0

 

UNDER 8 E 10

1 13 Pizzigoni Mario ITA 5
2 3 Cadamuro Mira Zoe 4
3 6  Cipriani, Marco 4
4 9 Elezi Simone ITA 3
5 1  Barbieri, Massimo 3
6 5  Caroggio, Daniele 3
7 11 Jangulashvili Nika  2,5
8 2  Cadamuro Aaron 2
9 7 Cond Roias Saul  2
10 4 Caponi Riccardo 2
11 8 Di Duca Nicolò 2
12 12 Novaro Ettore Amando 1,5
13 10 Fiacconi Greta 1

Campione regionale U18: Sgambelluri. Qualificati: Zunino e Pavanello

U16: campionessa regionale assoluta Addari. Qualificato Saettone

U14: campione regionale assoluto Musumarra, femminile Griza. Qualificati: Branchi

U12: campione regionale assoluto Franco Teves, femminile Tizzoni. Qualificato: Longo, Polverini F, Lorenzin, Settimio.

U10: campione regionale assoluto Pizzigoni. Qualificato Cadamuro M, Cipriani Elezi Barbieri.

U8: campione regionale assoluto Cond Roias, femminile Fiacconi. Qualificato Cadamuro A

A margine del regionale, si è giocato un torneo di preparazione al nazionale, vinto da Marko  Nikolovski.  Dal prossimo anno è auspicabile che non ci sia più questa  dispersione, per fare in modo che  tutti i giovani giocatori concorrano al campionato regionale, che deve avere il giusto rilievo istituzionale che merita.

1 3  2N Nikolovski, Marko 4,5
2 6  NC Piccinini Erik 4
3 2  3N Florio, Ludovico Giorgio 3,5
4 12  NC Canepa Andrea 3
5 5 3N Lupi, Alessandro  3
6 11  NC Bodini Marco 2,5
7 4 3N Porcile Lorenzo 2
8 8  NC Aiello, Davide 2
9 1  3N Maio, Elia  2
10 10 NC Polverini, Aurelio  2
11 9 NC Matteoni, Erik 1,5
12 7  NC Parodi, Martina 0

 

GRAND PRIX MAGGIO: VINCE MANFREDI MA ZUNINO STUPISCE

Vincenzo Manfredi torna a giocare al grand prix semilampo del Centurini e vince la tappa di maggio disputata sabato 25, anche se la vera rivelazione nel torneo è stato il giovane del Centurini Mattia Zunino che proprio con il vincitore stava per mettere  a segno il colpaccio che gli avrebbe consentito di puntare alla vittoria della gara. Finiva al terzo posto, a cinque punti come Barbero,  dietro a  Giuseppe Silvestri, secondo classificato a 6 punti.

Scorrendo la classifica finale, si notano alcuni esordi interessanti quali quelli  dei giovanissimi Zheng Lisheng e Sophie Galuppi che, al di là del risultato, hanno denotato caratteristiche individuali molto interessanti.

1 1  FM Manfredi, Vincenzo 6,5 su7
2 3 1N Silvestri, Giuseppe 6
3 16 2N Zunino Mattia 5
4 10 1N Barbero, Filippo 5
5 5  1N Mandolini, Alessandro 4,5
6 8 2N Zambiasi, Federico 4
7 6  CN Chiesa, Giuseppe 4
8 2 CN Berni, Mauro 4
9 11  2N Dordoni, Riccardo 4
10 4  1N Menichini, Massimo 4
11 9  1N Baggiani, Fabio 4
12 17  2N La Licata, Matteo 4
13 7 1N Valentini, Angelo 3,5
14 13  2N Romani, Ivano 3
15 20  Galluccio, Jacopo  3
16 18 3N Iosimi, Edoardo  3
18 23 Shabalova Anna ITA  3
19 14 3N Valle, Edoardo 2,5
20 15  2N Pelo`, Pierpaolo 2
21 12  2N Camera, Giampaolo  2
22 22 Putatunda Adjtia  2
23 24 Zheng Lisheng  1
24 19  Galuppi, Sophie Viola  1

DING CONTRO DING, IL DRAMMA DI UN CAMPIONE 

Che succede al campione del mondo Ding Liren?

 “Forse sono diventato più debole negli scacchi. Non così forte come prima, come due anni fa. Anche quest’anno le mie prestazioni non sono andate bene. Negli ultimi mesi ho passato più tempo a riposarmi che a giocare”,  ha dichiarato in una recente intervista

Ora il campione del mondo non può più sbagliare e sta giocando in  questi giorni a Stavanger l’importante Norway Chess Tournament dove affronta Carlsen, Caruana, Nakamura, Praggnanandha. Poi a novembre  metterà in palio il titolo con Dommaraju Gukesh,  il 17enne indiano, che ha una gran voglia di scrivere un’importante pagina nella storia del gioco.

L’inizio del 2024 è stato disastroso per Ding, ha vinto solo due volte in tredici match, collezionando sconfitte anche abbastanza imbarazzanti per un giocatore del suo livello, tanto da essere scivolato al settimo posto della classifica mondiale. Così sono in molti a scommettere su Gukesh, anche se il 31enne di Wenzhou (che ha già battuto due volte, con il nero, l’indiano a Wiik aan Zee) potrebbe risorgere. Intanto proviamo simpatia e rispetto per lui, per i suoi modi sempre gentili, per l’onestà intellettuale con cui  sta affrontando questo periodo difficile della sua vita, soprattutto a livello di salute mentale.

Già   due mesi fa aveva rivelato di aver lottato contro una non precisata malattia, subito dopo essere diventato Campione del mondo. Ma le notizie erano talmente scarne che addirittura  le voci su un suo possibile ritiro, e una sua possibile abdicazione, si erano rapidamente diffuse. Poi  Ding aveva fornito qualche elemento in più quando dichiarò: “Mi ci è voluto molto tempo per riprendermi. Era un problema psicologico, non fisico. Ora posso dire di stare molto meglio”.

Per molti, i suoi problemi mentali sono  probabilmente legati ai postumi della battaglia contro Nepomniachtchi, ad Astana nell’aprile 2023 aprile, conclusa dopo un drammatico spareggio. Nelle settimane successive, Ding rimase coinvolto  in molte interviste e altre attività in Cina, visitò anche  la sua vecchia scuola per parlare agli studenti e ispirarli. “Ho sentito troppa pressione”, ha detto. “Ma questa è solo una parte della storia. È più complicato di così“. Nelle interviste c’era  anche un riferimento all’Italia: Ding ha confermato di essere un grande tifoso della Juventus e Federico Chiesa il suo giocatore prediletto.

In una più recente  intervista rilasciata alla vigilia del torneo norvegese all’Indian Express Ding ha ora confessato:  “Ogni volta che gioco in un torneo, perdo punti. Che si tratti di tornei classici o rapidi. Inoltre, ho giocato un torneo in Cina e sono arrivato ultimo tra i sei giocatori presenti. Quindi non è molto facile per me. Dopo il campionato del mondo, è stato tutto molto difficile, all’inizio ero esausto. Mi sono ammalato. Ora posso dire di essere guarito ma la mia forza scacchistica non è ancora tornata a quella della mia versione migliore”.

MONTESILVANO: IL TROFEO SCACCHI SCUOLA SI AVVICINA AL RECORD
Il Trofeo Scacchi Scuola ha ripreso quota. l’evento disputato anche quest’anno al palazzetto dello sport “Dean Martin” di Montesilvano (Pescara), dal 12 al 15 maggio,  ha registrato un incremento di quasi duecento partecipanti, avvicinandosi al record di 1724 stabilito nel 2018.
Hanno partecipato 334 squadre, di cui 132 totalmente femminili, in rappresentanza degli istituti di quasi tutta Italia (assenti Calabria, Umbria e Valle d’Aosta).
Al termine dei 7 turni di gioco, le regioni del Nord hanno guadagnato quattro delle otto medaglie d’oro, contro le due di quelle del centro e del Sud.

È stata una bella esperienza per tutti i ragazzi partecipanti, e fra questi c’erano le rappresentative di alcune scuole genovesi: il Leonardo da Vinci, il Cassini, il Nicoloso da Recco.  Si sono difesi molto bene i giocatori  tesserati per il nostro Circolo, che giocavano nel Leonardo e nel Cassini,  come Dicu,  Zunino, Cimino, Rosa Medina, Parrinello, Bertelli, Bogliolo, D’Anna, Kachchakaduge, Mastrolonardo,  Perino. Una felice esperienza per tutti loro.

Risultati: http://www.federscacchiascuola.it/

 

Si è svolta da venerdi a domenica 26 maggio la Festa dello Sport in Porto Antico di Genova, dove è stata allestita da parte della delegazione regionale  anche quest’anno un’area dedicata agli scacchi, in cui si è potuto usufruire di una scacchiera gigante e di postazioni per il gioco libero, che hanno attirato parecchi visitatori.

CIS MASTER, PADOVA  VINCE ANCORA

La 55ma edizione del campionato italiano a squadre si è conclusa  con la settima vittoria consecutiva di Obiettivo Risarcimento, squadra fondata a Padova nel 2006. Si è giocato a Vasto a Palazzo d’Avalos, che schierava Saric, Predke, Brunello, Dvirnyy, Gilevych, Massironi e Quaranta). Tuttavia, se la vittoria di Padova non fa notizia, qualche sorpresa  c’è stata, a cominiciare dalla squadra del Pedone Isolano di Palermo, superata solo agli spareggi blitz.

Anche il Femminile si è risolto sul filo di lana, con le campionesse uscenti di Pedone Isolano e il Caissa Italia Pentole Agnelli che sono finiti allo spareggio Sonneborn-Berger. il titolo è andato alle palermitane con  Sophie Milliet, Tea Gueci, Angela Flavia Grimaldi, Valeria Martinelli e Costanza Fiolo.

Da segnalare nel master il buon quinto posto della squadra di Arzachess Costa Smeralda, in cui era schierato anche il nostro MF Raffaele Di Paolo.

Classifiche finali
Master: 1ª Obiettivo Risarcimento Padova; 2ª Pedone Isolano Misilmeri; 3ª WorldTradingLab Modena; 4ª Lazio Scacchi; 5ª Arzachess Costa Smeralda; 6ª Arrocco Master Team – Accademia Scacchistica Romana; 7ª Fischer Chieti; 8ª ASD Scacchistica Cerianese; 9ª Accademia Milano; 10ª Nastrotex Cufra Partenopea; 11ª Palermitano Scacchi; 12ª CSB Le Due Torri; 13ª Palmascacchi Blacks; 14ª Mimosa Elite Milano; 15ª SS Torinese A; 16ª Il Grifone d’Arzignano
Femminile: 1ª-2ª Pedone Isolano, Caissa Italia Pentole Agnelli 10 punti di squadra su 12 (17 su 24 individuali); 3ª Excelsior Bergamo 9 (17); 4ª Fischer Chieti 7 (15,5); 5ª-6ª Arrocco Women Accademia Scacchistica Romana, Pedone Isolano Girls 6 (13); 7ª Accademia Donne 6 (12); 8ª Ostiascacchi Pink Team 4 (9,5); 9ª Matte per gli Scacchi Palermo 2 (6)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.