L’assemblea annuale del Centurini

By  | Novembre 25, 2023 | Filed under: Senza categoria

PAOLO AIELLO NUOVO PRESIDENTE

L’assemblea annuale del Circolo svoltasi in data 11 novembre nei locali di  via Ruspoli ha proceduto all’elezione degli organismi dirigenti  ed ha eletto il nuovo Presidente Paolo Aiello e, nel Consiglio Direttivo,  Davide Cusato, Marco Faggiani, Dante Fabbricini, Matteo La Licata, Pierdante Lanzavecchia e Giuseppe Silvestri.

Questa la notizia più rilevante della riunione, durante la quale  Marco Faggiani, cui  l’assemblea ha tributato un sentito e caloroso ringraziamento dopo 18 anni di presidenza,  nella sua relazione ha illustrato i motivi che gli hanno suggerito di passare la mano, in primo luogo  per favorire un nuovo balzo in avanti del Circolo mettendo a frutto le nuove risorse, fermo restando il suo  impegno, nel supremo interesse del sodalizio, a volere continuare a  contribuire  alla realizzazione degli obiettivi comuni. L’indicazione di Paolo Aiello, nelle parole dell’ex presidente, appare la più logica e coerente per l’importante contributo che Paolo ha saputo dare al Circolo in questi ultimi anni, in particolare nella crescita e nello sviluppo del settore giovanile,  e per le qualità  che ha dimostrato. Paolo ha ringraziato per la fiducia che gli è stata riposta e ha chiesto la collaborazione  e la disponibilità di tutti i soci  per la realizzazione degli obiettivi che ci poniamo.

Nella relazione e nel corso dell’assemblea sono emerse le tre direttrici lungo le quali muoversi nei prossimi anni e sulle quali il nuovo Consiglio ha iniziato a lavorare:

  • Potenziare il lato agonistico, l’organizzazione dei tornei e di grandi eventi
  • La formazione a tutti i livelli,  i corsi,  la capacità di portare gli scacchi nelle scuole,
  • La valorizzazione del nostro patrimonio storico, della nostra storia, di una delle più antiche associazioni culturali genovesi, dalla storia lunga 130 anni.

Dalla relazione di Marco Faggiani:

Nel complesso credo che si possa dire  che questi ultimi anni sono stati tra i più ricchi di esperienze nuove e anche tra i più fecondi. Del resto  parlano i fatti. Bisogna risalire molto indietro nella storia del circolo per registrare un ricambio cosi profondo in tutto  il tessuto del nostro organismo. Una nuova leva di giocatori è avanzata rapidamente e si è fusa con il quadro più anziano. E può dirigere oggi la nostra organizzazione. Possiamo dire di avere  affrontato positivamente quell’aspetto fondamentale del problema del rinnovamento che consiste nell’aprire le porte ai giovani e in pari tempo evitare rotture. Ma è un processo che dovrà essere ulteriormente sviluppato.   Volevo sottolineare questi dati, non già per compiacerci di avere fatto fronte anche a momenti difficili con grande slancio, ma proprio perché da questi risultati dobbiamo partire per migliorare, affrontare i problemi nuovi, essere all’altezza dei nuovi compiti.

 

 

 

SILVESTRI RAPID

Un altro bel Gran Prix rapid partecipato e combattuto si è svolto sabato 4 novembre, nonostante la giornata piovosa. Sorpasso in classifica all’ultimo turno di Giuseppe Silvestri, che si aggiudica la gara, davanti a Giorgio Sabba che proprio  all’ultimo turno supera Massimo Menichini, fino ad allora in testa , determinando il ribaltone in classifica finale.

      

Classifica finale

  1. Silvestri Giuseppe 6
  2. Sabba Giorgio 5,5
  3. Menichini Massimo 5 
  4. Berni Mauro  5
  5. Zambiasi Federico 5
  6. Cusato Davide 4,5
  7. Valle Edoardo 4,5
  8. Guido Pierpaolo 4,5
  9. Dordoni Riccardo 4
  10. Bottaro Mario 4
  11. Dicu Denise 4
  12. Falcone Giancarlo 3,5
  13. Nicolis Claudio 3,5
  14. Camera Giampaolo 3,5
  15. Tarable Pietro 3,5
  16. La Licata Matteo 3,5
  17. Zunino Mattia 3
  18. Albrizio Simone 3
  19. De Lucia Pasquale 3
  20. Romani Ivano 3
  21. Valentini Angelo 2,5
  22. Fabbricini Dante 2
  23. Dapelo Simone 2
  24. Fattori Flavio 1
  25. Shabalova Anna 1

 

 

Genova si conferma la candidatura alle  Olimpiadi di scacchi nel 2028

Genova si candida a ospitare le Olimpiadi degli scacchi nel 2028: lo ha deliberato la giunta comunale dopo che la Federazione scacchistica italiana ha confermato di ritenere la città della Lanterna “il luogo più idoneo per ospitare l’evento in Italia a fronte delle sue caratteristiche e della sua storia”.

Così si legge nella lettera della federazione pubblicata in uno stralcio della delibera. Il termine per la presentazione delle candidature è scaduto, se Genova dovesse vedersi assegnata la manifestazione sarebbe la seconda città italiana a ospitare la prestigiosa competizione dopo l’edizione del 2006 a Torino.

Le prime Olimpiadi di scacchi si sono tenute nel 1927 e si svolgono con cadenza biennale. Secondo la Giunta guidata dal sindaco Marco Bucci sarebbero “un’opportunità di crescita per la città ed il suo tessuto sociale, ma anche per il tessuto economico, aprendo di fatto le porte ad un cospicuo numero di turisti”.

A ogni edizione della durata di circa 15 giorni partecipano migliaia di giocatori e appassionati provenienti da tutto il mondo, al momento non vengono fornite informazioni su quelli che sarebbero i costi legati all’organizzazione. Le Olimpiadi degli scacchi 2024 si svolgeranno a Budapest.

 

CAMPIONATO SOCIALE: IN VENTINOVE AL VIA

Giovedi 23 novembre è iniziato il campionato sociale 2023 cui partecipano 29 giocatori. Saranno laureati il campione sociale  assoluto 2023 (l’anno scorso Accardo) , il campione over 50 (Aiello) , il campione under 30 (Dicu) e la campionessa femminile (Teodoro).

Già al primo turno alcune interessanti sorprese. I turni di gioco previsti sono sei, alla cadenza di 60′ + 5″.

Risultati del primo turno

  1. Garavelli-Romani 0-1
  2. Silvestri-Iosimi x
  3. Levrero-Porcile 0-1
  4. Carosso-Camera 1-0
  5. Binelli-Fabbricini 0-1
  6. Bricola-Zunino x
  7. Matteoni-Zambiasi 0-1
  8. Dapelo-Rodriguez 1-0
  9. Teves-Cusato 0-1
  10. Nicolis-Leoni 1-0
  11. La Licata-Vairo x
  12. Dordoni-Giorgini 1-0                                                                                                                                                                                                        Aiello, Rodella e Faggiani entrano al secondo turno

 

RECCO: PIERLUIGI PISCOPO SI IMPONE NEL FESTIVAL WEEK-END

Il MI leccese Pierluigi Piscopo si è aggiudicato la sedicesima edizione del Festival Weekend Città di Recco, torneo organizzato dalla società Scacchi Golfo Paradiso Giancarlo Musso, disputato dal 17 al 19 novembre.

Piscopo, che partiva con il numero tre di tabellone, si è piazzato al primo posto in solitaria e imbattuto con 4,5 punti su 5, pareggiando solo al terzo turno con il 20enne CM massese Matteo Montorsi. Dietro di lui, sul secondo gradino del podio, è salito il MI messinese Andrea Favaloro, che l’ha spuntata per spareggio tecnico sul GM cubano Lelys Stanley Martinez Duany e sul MF tedesco Jens Hirneise che, come lui, avevano totalizzato 4 punti.
Nell’Open B il genovese Alberto Mortola si è imposto con 4,5 punti su 5, superando per spareggio tecnico la milanese Ria Arun (classe 2014), campionessa italiana femminile U10, e il fiorentino Francesco Tissi.
Il genovese Francesco Modenesi ha dominato l’Open C, piazzandosi al primo posto in solitaria e imbattuto con 4,5 punti su 5, staccando di mezza lunghezza un terzetto composto dall’imperiese Matteo Parodi, dal novarese Mirko Mazzitello (classe 2007) e dal genovese Riccardo Orsini.
All’evento hanno preso parte in totale 112 giocatori, provenienti da cinque Paesi diversi, tra cui un grande maestro, due maestri internazionali e due maestri Fide nel torneo principale.

 

 

Quindici giocatori del Centurini hanno partecipato alla manifestazione e fra essi si sono distinti in particolare  nell’open A Sanguinetti  e Vairo; nell’open B Massimo Rivara (settimo, +22 elo), Lorenzo Danesi (+8), Simone Dapelo (+15), Federico Zambiasi (+9), Pietro Tarable (+5);  nell’open C Teves (+48) e Porcile Lorenzo.

Curiosità Antonio Pipitone di Parma e Giovanni Diena di Recco, i due decani degli scacchi italiani, entrambi classe 1926 a pochi giorni dal compleanno numero 97, sono stati  fra i protagonisti attesi del  Festival. Diena, recchese doc, è un ex farmacista e commerciante nella distribuzione dei medicinali;  Pipitone, nato a Tripoli, profugo, ex combattente e partigiano, ex funzionario Inail, vive nel Parmense.
Spiega Paolo D’Augusta:  Avere in torneo ragazzini di dodici anniassieme a due veterani di quasi 97 anni, significa avere insieme quasi cinque generazioni. È un messaggio di attenzione sia bei confronti dei giovani, sia dei decani.”

Classifiche finali
Open A: 1° Piscopo 4,5 punti su 5; 2°-5° Favaloro, Montorsi, Martinez Duany, Hirneise 4; 6°-7° Lezzerini, Mammi 3,5; ecc.
Open B: 1°-3° Mortola, Arun, Tissi 4,5 punti su 5; 4°-5° Montani, Loi 4; ecc.
Open C: 1° Modenesi 4,5 punti su 5; 2°-4° Parodi, Mazzitello, Orsini 4; ecc.

 

NUOVO CIRCOLO DI SCACCHI A SANREMO

A Sanremo il circolo di scacchi è diventato realtà grazie all’Associazione Dilettantistica Sportiva Scacchi Sanremo ‘Nenad Šulava’ fondata da 12 membri della città di Sanremo in onore al Gran Maestro croato Nenad Šulava.

La sede operativa del circolo è temporaneamente presso il Bar Parisienne che è il principale sponsor insieme a Cafè du Centre di Pietro fornendoci risorse necessarie all’apertura del circolo. Dal 1° Dicembre si aprono le iscrizioni al Circolo ed alla Federazione Scacchistica Italiana”. Sito web www.scacchisanremo.it

“L’ASD Scacchi Sanremo si pone come obbiettivo – spiegano dall’associazione – di far rinascere il gioco degli scacchi nella città dei fiori sognando di ripetere nel 2030 quello che è stato il Primo Campionato del Mondo nel 1930.

I giocatori più forte dell’epoca si diedero battaglia in modo feroce. Da quelle partite sono state le basi per i futuri campioni che si allenarono sulle idee che furono messe in campo.

La più famosa rimane la partita ‘Alekhine – Nimzowitsch’ dove il russo ‘inventò’ il famoso ‘Canone di Alekhine’ portando vittoria piena ed arrivando a classificarsi primo sul tedesco Nimzowitsch.

I fondatori hanno deciso di dedicarlo al Gran Maestro Nenad Šulava che ha vinto il Festival degli scacchi di Imperia e non solo..

Nenad ŠULAVA (Osijek (Croazia), 25 dicembre 1962 – 5 settembre 2019) è stato uno scacchista croatoGrande maestro. Ha ottenuto il titolo di Maestro Internazionale nel 1986, Grande maestro dal 2000, era un assiduo partecipante agli Open europei, in particolare in Italia e in Francia.

 

Scacchi: Chi va al Torneo dei Candidati 2024?

Hikaru Nakamura, Vidit Gujrathi

Si è concluso  all’Isola di Man il FIDE Grand Swiss 2023, torneo i cui primi due posti erano valevoli per il Torneo dei Candidati di  Toronto nel 2024. .

Nell’Open, il vincitore è l’indiano Vidit Gujrathi davanti all’americano Hikaru Nakamura: saranno loro due a giocare i Candidati nel prossimo mese di aprile.

Al termine, la classifica è questa: primo Vidit con 8,5, secondo Nakamura con 8 e terzo Esipenko a 7,5 per spareggio tecnico su Erigaisi, Keymer, Parham Maghsoodloo (Iran) e Giri.

Per quel che concerne il novero dei partecipanti ai Candidati, al momento ce ne sono sei: Ian Nepomniachtchi (perdente del match mondiale 2023), Rameshbabu Praggnanandhaa (India), Fabiano Caruana, Nijat Abasov (Azerbaigian) e appunto Hikaru Nakamura  e Vidit Gujrathi. Mancano il vincitore del circuito FIDE 2023 e il migliore per ranking a gennaio 2024 che abbia giocato quattro tornei nel circuito FIDE. Al momento, in questo caso, è l’americano Wesley So ad averne i requisiti, ma si prevede che il francese Alireza Firouzja sia destinato a incontrarli prima del termine del tempo a disposizione. Magnus Carlsen sarebbe il teorico partecipante dalla World Cup, che ha vinto, ma il norvegese ha già fatto sapere che non ne farà parte.